Crea sito

Vie en Rose – L’evento 2015 a Firenze

10848031_10200282478781618_6158842464321089351_nE’ la terza volta che partecipo a questo evento e non l’ho apprezzato tanto come quest’anno. Come è facile intuire dal nome, in questa occasione si incontrano lettori, scrittori ed editori che amano e lavorano nel mondo del romance, sia contemporaneo che storico. Ricordo che il primo anno mi sentivo molto in soggezione, e anche piuttosto smarrita. Avevo pubblicato solo un romanzo e non conoscevo nessun altro autore. Trovarmi davanti editori del calibro di Mondadori, Harlequin e altri mi faceva un effettoquasi paralizzante. Credo di avere balbettato quando ho chiesto alla mitica Alessandra Bazardi se poteva dedicarmi cinque minuti! Ora che ci conosciamo, e che grazie a lei ho avuto la possibilità di pubblicare

June Ross e Alessandra Bazardi

June Ross e Alessandra Bazardi

un romanzo per la collana Youfeel di Rizzoli, Celeste era il mare, mi sembra siano passati secoli. E invece sono solo tre anni, durante i quali sono cambiate così tante cose che a volte fatico a ricordarle tutte. Ho studiato tanto, ho scritto e pubblicato altri due romanzi e uno è in arrivo e ho conosciuto persone incredibili che mi hanno spronato molto, soprattutto con il loro esempio.

11015220_10200282439700641_7021292349340929194_nVoglio rassicurare subito chi teme che ora mi lancerò in una estatica descrizione della mia gioia provata nel rivedere e conoscere tante donne interessanti, colleghe, blogger e editor. A dispetto della mia loquacità, quando sono davvero emozionata mi mancano le parole. Inoltre, e chi mi conosce lo sa bene, sono sempre molto scettica e sospettosa nei confronti delle entusiastiche esternazioni di affetto tra folti gruppi di donne. Lo ammetto, questa diffidenza è dovuta a ripetute disastrose esperienze con l’universo femminile. Ma non tutto il male viene per nuocere. Infatti ora sono più attenta e circospetta ma quando incontro delle donne in gamba, allora l’apprezzamento non ha eguali.

Ed eccoci al motivo per cui la giornata di ieri è stata particolarmente bella. Con

Maria Cristina Robb, Cristiana Verrazzo, Martina Govoni, Elena Taroni

Maria Cristina Robb, Cristiana Verrazzo, Martina Govoni, Elena Taroni

l’avvento dei social network si stringono amicizie con un sacco di persone, molte delle quali non si incontreranno mai dal vivo. Alla VER (Vie en Rose) invece, questo succede. Se penso al primo anno, quando mi sentivo un pesce fuor d’acqua, mentre questa volta ho passato metà del tempo a scambiare strette di mano e abbracci, quante cose sono cambiate!

 

Babette Brown, Karin Locci e Luana Prestinice

Babette Brown, Karin Locci e Luana Prestinice

Non posso nominare qui tutte le persone che ho avuto il piacere di incontrare, perché altrimenti sembrerebbe una lista della spesa invece che un articolo. Ma alcuni nomi ci tengo a farli, proprio perché sono persone da “fatti, non parole” proprio come piace a me. La dinamica e grintosa Luana Prestinice, l’unica che è riuscita a farmi apprezzare il mondo virtuale. La dolcissima e timida Anna Joy French e la bravissima Giulia Beyman. Mara Roberti, donna molto intelligente e umile, che riesco sempre a fare ridere. Babette Brown, un uragano di donna, intelligente e senza peli sulla lingua, che a volte mi fa sentire ancora un’adolescente insicura (per l’adolescente non è male, con l’insicura me la cavo bene già da sola!). E poi Monica Lombardi (vorrei saper scrivere i suoi Romantic Suspence!), Edy Tassi, l’autrice-traduttrice più divertente che abbia incontrato, Elena Taroni, mia concittadina che però incontro solo fuori casa, e la mia agente Maria Paola Romeo, alla quale devo moltissimo e, detto tra noi, vorrei anche assomigliare un po’! Cristiana Verrazzo, fotografa ufficiale degli incontri e brillante autrice, è una donna per la quale non esistono aggettivi che possano rendere anche solo minimamente l’unicità. Per ultimo, ma non per questo meno importanti, un pensiero speciale alle mie colleghe Youfeel: comunque vada, stiamo condividendo un’esperienza fantastica!

11064138_10200283117637589_842979071_o

June Ross, Maria Paola Romeo e la rappresentante di Mondolibri

June Ross, Maria Paola Romeo e la rappresentante di Mondolibri

Lo ammetto: non ho parlato davvero di quanto successo alla VER, ma di quello che ho provato io trovandomi lì. Un paio di novità interessanti devo riportarle. La collaborazione tra Emma BooksMondolibri per realizzare il Progetto CHE FISICO! , finalizzato alla scoperta e valorizzazione di un nuovo romanzo femminile. Il comitato editoriale Mondolibri selezionerà una shortlist dal catalogo Emmabooks che verrà votato da una giuria di blogger letterari. Il romanzo vincitore verrà pubblicato da Mondolibri, per la gioia degli amanti del cartaceo! Altro momento clou è stato l’attribuzione del Premio La Vie en Rose. Quest’anno è andato a Maria Masella, una autrice dalle mille sfaccettature e dalla grinta contagiosa, che non scrive solo romance, ma gialli e noir!

E questo è tutto! Grazie alle organizzatrici e al prossimo anno!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*