Crea sito

Noccioli di Ciliegie vince la Cover Cup girone 14!

Noccioli_di_ciliegieIl mio secondo romanzo, Noccioli di Ciliegie, a più di un anno dalla pubblicazione continua a regalarmi soddisfazioni. Dopo aver stazionato per mesi nella classifica Top100 di Amazon ecco arrivare un bel riconoscimento per la Cover.  Una bella sorpresa che mi incentiva a proseguire a testa bassa in questa meravigliosa, difficile e gratificante avventura nel mondo della scrittura. IMG_1639

Un ringraziamento speciale va all’ideatrice e disegnatrice della copertina, Chiara Di Placido, la quale mi ha fatto parlare della storia attorno alla quale ruotava il romanzo e in pochissimo tempo l’ha racchiusa in questa splendida immagine. Grazie di cuore, perché oltre ad essere una brava artista è anche una donna vulcanica e affascinante!

 

Intervista a Sabrina Grementieri, vincitore della Cover Cup girone 14 con la copertina di “Noccioli di ciliegie”

  1. La tua cover ha vinto la nostra Cover Cup, che sensazione ti da sapere che è stata scelta fra altre sette copertine?

Stupore, decisamente! Non me l’aspettavo e, anche se la copertina di Noccioli di Ciliegie mi piace molto e l’artista che l’ha disegnata è molto in gamba, non credevo avrebbe riscosso tanto successo! Dunque sono molto soddisfatta.

  1. La cover è il biglietto da visita di ogni libro e ne dovrebbe caratterizzare il contenuto, la tua che cosa rappresenta?

Sono anche io convinta dell’importanza della cover, ed è sempre un momento molto delicato quello di sceglierne una. È stato molto emozionante quando, dopo aver raccontato a voce la storia di cui si narra nel libro all’artista, lei mi ha presentato la sua idea, quello che aveva provato ascoltandomi. I noccioli di ciliegie che danno il titolo al libro non sono solo un oggetto con il quale si può esprimere affetto ed attenzioni, ma sono anche l’interno resistente e tenace del nostro cuore, che a dispetto delle spine che incontriamo nella vita, prosegue ferito ma determinato il proprio cammino. La dolcezza del frutto, la passionalità del suo colore, la tenacia nascosta dentro che non sembra temere le spine che la minacciano. Direi che esprime perfettamente ciò che è racchiuso tra le righe.

  1. Alcuni, talvolta, scelgono un’immagine per la loro cover che esprima il loro pensiero, per te che significato ha questa particolare immagine?

Perché, non lo si fa sempre? Come dicevamo prima, la cover è come l’amo che attira il lettore. Il mio parere è che debba incuriosire, colpire, e naturalmente essere inerente al contenuto del libro. In quest’ultimo caso so che succede che le cover non abbiano nulla a che fare con la trama o il messaggio contenuto nella storia, e questo lo trovo disonesto nei confronti del lettore. Ma questa è un’opinione personale.

  1. Spesso vengono proposte diverse alternative, tu hai avuto difficoltà nello scegliere?

In effetti avevo due alternative. L’altra, che abbiamo comunque inserito all’interno, è molto più delicata, una figura femminile con le ciliegie in grembo, lo sguardo appena accennato. La scelta è stata guidata da uno spirito più commerciale. La cover attuale è più visibile, i colori sono più forti e catturano di più l’attenzione. E devo dire che alla fine sono contenta della scelta. Nel cartaceo poi è bellissima!

  1. Molti scelgono di avvalersi di un grafico, altri lasciano fare alla Casa Editrice, altri ancora preferiscono provvedere personalmente, nel tuo caso, chi ha deciso per questa cover?

Come ho detto, è stata l’artista Chiara Di Placido a disegnarla. Io, oltre a raccontarle la storia, avevo come unica richiesta che fosse disegnata. Dunque non una fotografia, come nel primo libro. Ci siamo intese perfettamente e non abbiamo dovuto lavorarci molto. Alla Casa Editrice ho chiesto aiuto nella scelta tra i due disegni. Aiuto che è stato molto importante vista la mia poca esperienza.

Apprezzo molto la possibilità di avere il potere decisionale nelle mie mani anche per quel che riguarda la copertina. Nelle grandi case editrici tradizionali non sempre è possibile. Ma immagino sia l’obolo da pagare!

  1. Con il tempo, a volte, cambiano le prospettive e le esigenze, tornando indietro la sceglieresti ancora?

Si. Mi piace, lo ribadisco. Rappresenta bene il romanzo ed è anche originale a mio parere. Nel cartaceo inoltre è ancor più accattivante e capita che prenda Noccioli di Ciliegie in mano e lo guardi con l’orgoglio di un genitore!

  1. Alcune copertine vivono di vita propria e potrebbero raccontare una storia parallela alla trama del romanzo che rappresentano, hai qualche aneddoto particolare riguardo alla tua cover?

Non ho aneddoti particolari di cui rendervi partecipi. Naturalmente i lettori con i quali ho avuto modo di parlare durante le presentazioni mi hanno fatto domande sul perché del titolo e della copertina. In effetti senza aver letto il romanzo non era chiaro cosa rappresentassero le ciliegie, il frutto può prestarsi a varie interpretazioni. Con la moda dell’erotico poi un po’ di aspettativa c’è stata. Spero però di non aver deluso nessuno! Io non sono brava in quel genere!
Grazie ancora per aver premiato la mia scelta e per avermi regalato questa nuova emozione!

http://ilmondodelloscrittore.altervista.org/iniziative/cover-cup/cover-cup-girone-14/cover-cup-girone-14-la-cover-vincitrice/

Link all’acquisto: http://www.amazon.it/Noccioli-ciliegie-Lamore-tempi-del-ebook/dp/B00F5TOVFG/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1421095321&sr=8-1&keywords

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*