Crea sito

Luca Mazzanti

2 NOVEMBRE 2012 : RECENSIONE DI LUCA MAZZANTI

Cercasi la GIOIA DEL CUORE. Eccolo il target di quest’opera. Un appagamento che riesce a esplodere con ritmo crescente e lineare, una luce concreta che giunge piena agli occhi e alla mente. E non si tratta di una gentile concessione. Qui è riposta la speranza di un sorriso vero. Questo il precetto che costituisce emblema, il succo che ci trova tra quelle pagine immersi in una realtà che dona il benessere apparentemente mancante in questo mondo sempre più scuro. Eppure, lo sviluppo della storia suggerisce che da qualche parte il bello c’è, ed è un bello coinvolgente, non semplicemente illusorio o fiabesco. Quel ‘bello’ inteso come amore vero, fatto di sentimento pieno e nuovo, apparentemente anacronistico ma non troppo, qualora si accettasse di voler essere trascinati per una volta da una stesura elegante e ricercata nell’ambito del genere rosa. Già, perché questo amore, l’autrice non soltanto lo vede, ma lo raccoglie per tutti e lo espone con un’amabile naturalezza, alla portata di chiunque voglia deliziarsene. Sabrina, in un meraviglioso convivio di emozioni non sempre semplici e tenui, ha saputo colmare anche i cuori dei lettori più irriducibili al genere, regalando sensazioni rare. Tutto è possibile, insomma, persino veder riaffiorare come cimeli, sentimenti puliti e veri. Immersa tra eccellenti ritratti psicologici dei protagonisti, la storia incalza, bella, “fiorita” . Ma sia chiaro: per niente facile. Esiste il male, immerso dentro la cattiveria vera. Una nota realista, necessaria. Diversamente, potremmo trovarci di fronte alla solita, consueta e abusata storiella sdulcinata comune a tante collane inflazionate. I meccanismi, l’articolazione narrativa, la sintesi e la morale sono dimostrazione del contrario. Intrighi, dolcezze e guai di forte carico, procedono tutti in parallelo. Non attendiamoci quindi soltanto “sfavilli” e buonismi. Uno slogan chiaro: Al bene, è possibile arrivarci tramite il passaggio attraverso il male.

canstock1394874

E’ la lettura che lancia il messaggio, introdotto piacevolmente nei meandri del pensiero, talvolta fatto di circostanze inaspettate anche di una certa tensione emotiva. Già, un libro per il sorriso del cuore. Per chi è disposto ad accettare l’esistenza del buono che c’è e che trova la meglio, anche tra i veleni più imponderabili della vita. Per coloro che non rinunciano all’idea di una seconda occasione. Provare, per credere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*