Crea sito

Intervista di Roberto Baldini

4 NOVEMBRE 2012 :

scrivoleggo.blogspot.it

Cari Amici, oggi ho il piacere d’ospitare
Sabrina Grementieri
la brillante autrice del libro
Una Seconda Occasione
Bando alle ciance, godetevi l’intervista!

R.B.: Ciao Sabrina, benvenuta!
Innanzitutto parlaci un po’ di te…
Sabrina Grementieri: Sono nata a Imola nel 1971, sono diplomata in lingue e laureata in Scienze Politiche ad indirizzo internazionale.
Ho studiato un anno a Lipsia, nel lontano 1994, quando da poco era entrata a far parte della Germania.
Una realtà bellissima e piena di promesse.
Ho preparato anche la tesi a Weimar, nel campo di concentramento di Buchenwald.
Ho tre grandi passioni: leggere, scrivere e viaggiare.
La prima è la più semplice da realizzare, per la seconda ci vorrebbe molto più tempo di quello che una mamma con due bimbi piccoli ha, e per la terza giusto un po’ di soldi! Ma sono testarda, e cerco di viverle tutte e tre al meglio.
“Una seconda occasione” è nato durante l’ultimo mese della mia seconda gravidanza, quando, costretta all’ozio, ho cercato un mondo parallelo in cui vivere emozioni più….’dinamiche’!
Ho avuto la fortuna d’incontrare sul web la mia editrice, Piera Rossotti di edizioniesordienti.com, che ha pubblicato il libro in formato e-book.
E’ il mio libro d’esordio, e mi auguro con tutto il cuore che possa trasmettere le emozioni che ha regalato a me nello scrivere!

R.B.: 1) Ammiro le persone che non stanno con le mani in mano e si rimboccano le maniche. Ascolti musica mentre scrivi? Se si, che genere?
Sabrina Grementieri: Intanto buongiorno e grazie a te!
Ascolto sempre musica quando scrivo, ma non ho un genere particolare. Mentre scrivevo Una Seconda Occasione ho ascoltato Giovanni Allevi. Amo moltissimo il pianoforte, e mi ha facilitato la concentrazione.

R.B.: 2) Il pianoforte è uno strumento meraviglioso.
Una Seconda Occasione è il tuo libro d’esordio, parlacene un po’.
Sabrina Grementieri: E’ una storia che mi è uscita di getto, non potrei nemmeno dirti qual è stato l’input iniziale, se non che stavo attraversando un periodo un po’ statico, e cercavo delle emozioni forti.
Scrivere per me è anche questo: vivere storie, avventure, sentimenti ed emozioni che, per un motivo o per un altro, non riesco a realizzare in un dato momento.

R.B.: 3) Che libro si trova, in questo momento, sul tuo comodino?
Sabrina Grementieri: Per la verità…nessuno! Ho appena terminato di leggere “L’iniziazione” di Angelica B. e “La vendetta è un gusto” di Giancarlo Ibba. Mi sono piaciuti moltissimo, sebbene siano due generi molto diversi, e ora sto cercando qualcos’altro che mi prenda altrettanto!

R.B.: 4) Da dove ti arriva l’ispirazione per scrivere?
Sabrina Grementieri: Le fonti di ispirazioni possono essere le più disparate: un incontro, una scena di un film, a volte anche un paesaggio. Mi deve colpire, incuriosire, tanto da farmi sentire la necessità di inventarci una storia attorno.

R.B.: 5) La penso esattamente come te.
Il momento della giornata in cui ami scrivere?
Sabrina Grementieri: Posso dirti che mi è più difficile scrivere di mattina, anche se in realtà quando sono nel pieno della storia non distinguo il giorno dalla notte!
Questo romanzo l’ho scritto in un mese, e mi sono costretta a prendermi delle pause per mangiare e dormire!
Però non è sempre così. Ho scritto molte altre storie, prima di questa, chiuse gelosamente dentro ad un armadio e alcune nemmeno finite, e devo ammettere che non ho un vero metodo di realizzazione.

R.B.: 6) Scriveresti in ogni momento, insomma. Una bellissima cosa.
Immagina di trasformare il tuo libro in un film: che attori sceglieresti? E che regista?
Sabrina Grementieri: Davvero curioso che tu mi faccia questa domanda, perché devo ammettere di aver sognato spesso questa mia storia sullo schermo!
Premetto che non sono un’esperta di cinema, mi piace molto il regista Richard Curtis, che ha realizzato tra l’altro Love actually e Notting Hill. Mi piacciono le storie d’amore, ma accanto al dramma ci dev’essere l’ironia, l’umorismo.
Per quanto riguarda la scelta degli attori, il personaggio maschile lo farei impersonare da Liam Neeson.
Quello femminile però mi mette in difficoltà, tra le poche attrici che conosco e che mi piacciono non c’è il viso giusto, quello che ho immaginato durante la stesura. Però Keira Knightley potrebbe prestarsi bene….!!!

R.B.: 7) Liam Neeson è un grande attore, davvero un’ottima scelta!
L’autore/autrice che prendi a modello.
Sabrina Grementieri: Non ne ho uno in particolare, in realtà.
Sebbene scriva romanzi rosa, leggo generi molto diversi, soprattutto negli ultimi tempi: gialli, thriller, legal thriller, gialli storici.
Però mi piacciono Sveva Casati Modignani, Lesley Lokko e Rosamund Pilcher.
Sicuramente mi piacerebbe scrivere come loro!

R.B.: 8) Sveva è una scrittrice immensa.
Un tema che vorresti affrontare in un prossimo libro?
Sabrina Grementieri: Ho già un’altra storia in gestazione, che tratta un tema piuttosto delicato che vorrei non svelare!
Un argomento che vorrei davvero affrontare è quello della perdita di una persona cara, ma credo di non essere ancora pronta, è un carico emotivo molto forte e devo ancora imparare a metabolizzarlo.
Sebbene scriva storie di pura invenzione, le emozioni ed i sentimenti sono spesso molto reali, e li vivo come tali!

R.B.: 9) Personalmente non riesco a non farmi coinvolgere da ciò che scrivo, nonostante sia un’opera di pura fantasia.
Dove si può acquistare il tuo libro?
Sabrina Grementieri: Il libro è uscito in formato ebook in primavera, e si può acquistare sia sul sito della mia casa editrice http://www.edizioniesordienti.com che sugli altri webstore, quali Amazon, LaFeltrinelli, Bookrepublic, Deastore e altri.
Il formato cartaceo al momento è presente in alcune librerie della mia città, Imola.
Oppure potete richiederlo direttamente a me, lo invio volentieri a chi lo desidera in formato cartaceo.

Perfetto! Grazie mille per il tuo tempo, Sabrina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*