Crea sito

NOCCIOLI DI CILIEGIE on the road

1797448_10202530915546986_2096767534_nOgni presentazione è un piccolo mondo a sé, fatto di gioie, timori, soddisfazioni e piccole delusioni. Quello che mi spinge a farne non è tanto il numero di libri venduti, perché probabilmente avrei già desistito. Ma la possibilità di incontrare faccia a faccia le persone, parlare con loro, scambiare opinioni. Sono sempre molto emozionata, spesso intimidita, quando mi siedo in una stanza di fronte a qualcuno che è venuto per ascoltarmi e confrontarsi con me. E alla fine, quando torno a casa, ho imparato sempre storie e aneddoti nuovi.

Lo scorso fine settimana ho partecipato a due presentazioni: una alla Rsa, una residenza1601285_10202523050430363_1524396797_n per anziani di Imola. L’altra a Casola Valsenio, dove per la seconda volta mi avevano invitato a Tisane con l’Autore. Sono state due esperienze diametralmente opposte, ma profondamente istruttive. Quando sono entrata alla Residenza gli ospiti mi hanno guardato quasi sospettosi, in silenzio. L’animatrice chiacchierava allegra con tutti, mentre io cercavo di capire come muovermi. Quando la mediatrice ha iniziato a pormi le domande, e io un po’ impacciata rispondevo, il silenzio era quasi opprimente. Ho pensato che non importasse niente a nessuno di me e del mio libro, e che fossero lì perché non potevano andare da nessun’altra parte. Poi una partecipante ha proposto di leggere parti del romanzo e io, che non riesco proprio a leggere ad alta voce di fronte al pubblico brani del miei scritti, le ho passato il libro. Apre una pagina a caso e parte con la lettura. Ora, io non scrivo romanzi erotici, ma ogni tanto qualche delicata scena di sesso la inserisco. Guarda caso il libro si era aperto proprio su quella pagina, e l’attenzione si è risvegliata in un nano secondo! Io sentivo le guance bollenti, ma credo di essere stata l’unica in imbarazzo. I cari vecchietti si sono messi a tirar fuori ricordi e battute ed è stato un vero spasso. Poi ci siamo fermati a riflettere sul significato dell’amore, ed è stato commovente sentire dalla voce di un elegante signore di 90 1002213_10202523050870374_1670919723_nprimavere che l’amore è la cosa più importante che ci sia, e che i sentimenti non muoiono mai. Ho saputo che Francesco, il signore in questione, è stato con la donna della sua vita 76 anni, di cui 65 di matrimonio. E che l’ha accudita fino all’ultimo respiro. L’avrei abbracciato.

La seconda presentazione si è tenuta alla Biblioteca di Casola Valsenio. E’ la seconda volta1005762_10202530907306780_864462735_n che mi invitano, e accetto sempre con molto entusiasmo perché, a dispetto della piccola realtà, è un Comune molto attivo, le persone sono curiose e dinamiche e alla fine si chiacchierava e rideva tutti insieme davanti a una buona tazza di tisana calda (che è servita molto visto che il riscaldamento si era bloccato!). Quello però che mi ha scaldato di più il cuore è stato il loro desiderio di rivedermi il prossimo anno, e gli ho assicurato che ce la metterò tutta per non deludere tanta fiducia! La scoperta meno positiva, diciamo così, è che devo riconoscere di non essere una grande imprenditrice di me stessa. Quando sono tornata a casa e ho condiviso con la mia dolce metà i pomeriggi trascorsi, non parlavo d’altro se non delle cose che avevo ascoltato e imparato. E quando mi chiedeva se avevo venduto dei libri, lo guardavo perplessa, come se la cosa non avesse nulla a che fare con quello che ero andata a fare! Dopo diciotto anni di matrimonio la sua occhiata non è stata nemmeno troppo sbalordita, ma molto affettuosa!1743554_10202530880026098_1916416134_n

Tra poco la mia città si appresterà a festeggiare la settimana di San Valentino : sono stati organizzati molti eventi, legati all’arte, alla cucina, alla cultura e una di queste sere, precisamente giovedì 13, parlerò anche del mio romanzo d’amore durante un Aperitivo Libresco! Di questo evento vi aggiornerò al più presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*